La canapa permette di lottare contro lo stress?

 

Visto il periodo, i nostri nervi sono messi a dura prova al lavoro, a casa ma anche per strada. Quando ci ritroviamo ad avere un nodo allo stomaco costante, non dormiamo bene di notte e l’emicrania fa parte delle nostre giornate, è indispensabile trovare una soluzione per rilassarsi prima di arrivare a fare un burn-out.  

Tra tutte le soluzioni esistenti per combattere lo stress, la canapa, si è dimostrata essere un’alleata efficace. Ma di cosa si tratta? La canapa è davvero valida contro gli effetti dello stress? La sua azione è sufficiente per gestire meglio la pressione quotidiana? Scopri tutto quello che c’è da sapere sugli effetti antistress della Cannabis Sativa.

 

Il CBD estratto dalla canapa possiede proprietà antistress

 

Dire che la canapa è una pianta antistress non è sbagliato. Non è nemmeno totalmente giusto. In realtà è una frase riduttiva.  

Sono infatti solo alcune molecole contenute nella canapa, i cannabinoidi, che possiedono delle proprietà rilassanti. Come ad esempio il CBD, anche conosciuto come cannabidiolo, che noi utilizziamo nei nostri prodotti per limitare l’ansia e tornare a dormire serenamente.

Numerosi studi scientifici sono stati condotti sin dagli anni 60, attestando l’efficacia del CBD nella lotta contro lo stress. Se sei alla ricerca di uno studio per capire come funziona il cannabidiolo, scopri tutto quello che c’è da sapere sull'efficacia di questa molecola.  

Altre molecole possono essere estratte dalla canapa per rilassarsi. Come ad esempio il THC. Se il CBD è una molecola legale che non comporta rischi per la salute, il THC è invece illegale e può provocare dipendenza ed alterazioni sensoriali.

 

Quali sono i comportamenti da seguire per gestire meglio lo stress quotidiano?

 

I benefici della cannabis (o meglio, del CBD) nel contrastare gli effetti dello stress sono quindi reali:  

  • Reagiamo meglio ai picchi di stress, riusciamo ad anticiparli e ritrovare la calma più rapidamente;
  • Ci addormentiamo più velocemente di sera e ci svegliamo meno durante la notte;
  • Ritroviamo energia e motivazione, sul piano professionale ma anche familiare.

     

Ma perché l’azione del CBD sia davvero efficace, è necessario combinare questa molecola ad uno stile di vita sano:  

1) Mangiare equilibrato, fare esercizio fisico e cercare di dormire almeno 8 ore. Dopo qualche giorno, i benefici di questo nuovo ritmo sul corpo e la mente sono visibili da subito;  

2) Prendersi cura di sé (mente e corpo). Quando la pressione e l’ansia diventano troppo forti, esci a prendere dell’aria fresca, vai al ristorante, visita la tua famiglia oppure approfitta di un bel massaggio. Tutto quello che ti fa stare bene è una buona idea!  

3) Nonostante non sia sempre semplice, distanziarsi emotivamente da una situazione per poi trovare una soluzione se possibile. Un periodo dell’anno è particolarmente carico e stressante? Piuttosto che affogare negli impegni lavorativi, parla con il tuo responsabile per anticipare il problema. La cosa più semplice da fare per limitare lo stress, è di trovare una soluzione alla fonte del problema.  

4) Fa fiducia agli effetti di alcune piante sull’ansia. Bere un’infusione o una tisana con ingredienti di qualità come la verbena o la menta, ogni sera prima di andare a dormire, è un ottimo modo di rilassarsi limitando i disturbi del sonno. Preferisci il consumo di piante adattogene provenienti dall’agricoltura biologica, sono meglio per la tua salute e per l’ambiente.

 

Quali prodotti al cannabidiolo per limitare l’ansia?

 

Se sei curiosə di provare un prodotto a base di CBD, ma non sai cosa scegliere tra oli, cure o altre infusioni alle piante, l’uso di oli al CBD è una buona soluzione quando si cerca un’azione rapida.

Sotto forma di olio la disponibilità della molecola è eccellente permettendo di risentire gli effetti in brevissimo tempo. Le compresse, da assumere sotto forma di cura, agiscono meno rapidamente ma per più tempo. Le infusioni restano una buona idea nel caso si privilegino ingredienti biologici.